Siete qui
Home > Evento > “Odiare non è uno sport” – Corso per prevenire e contrastare l’hate speech in ambito sportivo

“Odiare non è uno sport” – Corso per prevenire e contrastare l’hate speech in ambito sportivo

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 08/02/2020
0:00

Luogo
COMI - Cooperazione per il mondo in via di sviluppo

Categorie


Corso per tecnici e dirigenti per prevenire e contrastare l’hate speech razziale nello sport nell’ambito del progetto “Odiare non è uno sport”

8 e 15 Febbraio 2020

Le manifestazioni di hate speech (“espressioni che diffondono o incitano o promuovono o giustificano l’odio razziale o la xenofobia o l’antisemitismo o altre forme di minaccia basate sull’intolleranza” – Consiglio d’Europa nel 1997) hanno trovato diffusione nello spazio digitale. L’avvento del web 2.0, dei social network e la crescente tendenza all’esplicitazione di opinioni attraverso commenti, post e tweet hanno portato all’aumento dei contenuti digitali generati da utenti e delle opportunità di iterazione e hanno favorito la propagazione dei discorsi d’odio si internet, come fenomeno riconducibile al più ampio problema dell’Information disorder (“Rapporto information disorder: toward an interdisciplinary framework for research and policy making” – Consiglio d’Europa 2017). L’hate speach in ambito sportivo assume particolare rilevanza, sia online che off line.

In questo contesto il presente progetto mira a prevenire e contrastare fenomeni di odio, intolleranza e discriminazione nell’ambito dello sport, valorizzandolo al contempo come luogo di aggregazione ed integrazione.

Date:

8 e 15 febbraio 2020

Durata:

2 incontri di 3 ore

Orari:

Dalle 10:00 alle 13:00.

Iscrizione:

Il corso è gratuito per tutti i tesserati delle Associazioni affiliate fino al raggiungimento di 20 posti.

Chi fosse interessato può scrivere una mail all’indirizzo comunicazione@csenroma.it.

Una volta raggiunto il numero massimo di partecipanti verranno chiuse le iscrizioni e definite date e orari.

Programma:

Modulo 0
Attività preparatoria e di introduzione al corso
a) Introduzione al corso: moduli, finalità e competenze attese
b) Breve presentazione dei partecipanti
c) Attività di laboratorio “Social Network e Parole d’Odio: Cosa ne so?”
d) Il LogBook.

Modulo 1
Odio, odio online e cyberbullismo
a) Testimonianze dal LogBook. Discussione e confronto su casi e informazioni rilevanti, su proposta dei partecipanti.
b) Informazioni, concetti e definizioni di base:
– Etnia/ Razza
– Stereotipo/pregiudizio
– Genere/orientamento sessuale
c) Definizione d’odio, di discorso d’odio, di odio online
d) Il “No Hate speech Movement”: origine, scopo, materiali e attività. Visione del Video della Strage di Utoya – “Io c’ero” (opzionale).
e) Cyberbullismo e bullismo: quadro normativo e sistema di interventi

Modulo 2
Lavorare con i/le giovani: dalla consapevolezza all’azione di contrasto Focus su Presa di coscienza
a) Le tappe di attuazione del percorso e gli strumenti di apprendimento non formale a disposizione che vengono sviluppati nei Moduli a seguire. Dalla consapevolezza alla capacità di discernere le notizie false, i fatti dalle opinioni, le fonti informative attendibili fino a costruire ed elaborare contro-narrazioni e narrazioni alternative quale mezzo di protagonismo nel contrasto all’odio e al cyberbullismo.
b) Strumenti di pensiero critico e superamento della disinformazione:
– Il Gioco della Navicella.
– Attività di apprendimento non formale “Controllare i fatti”, dal Bookmarks del Consiglio d’Europa.
– Questionari Open Migration: sappiamo proprio tutto di Islam, Migranti, Rifugiati….?
c) Riflessione individuale sull’efficacia rispetto al target e sul loro potenziale di applicazione nel progetto “Odiare non è uno sport”

Modulo 3
Lavorare con i/le giovani: dalla consapevolezza all’azione di contrasto Focus su Condivisione e segnalazione
a) Strumenti per la condivisione per poter e saper “denunciare”: impariamo dall’esempio di altri.
b) Esercitazione: alla ricerca di casi simili tra i nostri Vip preferiti (esempi e testimonials dal mondo dello sport, della musica, dello spettacolo, dei/delle imprenditori/trici digitali).
c) Norme e regole per segnalazioni e reporting.
d) Policy e strumenti di reporting e segnalazione dei principali social network: Facebook; Youtube, Twitter, ecc.
e) Riflessione individuale sull’efficacia rispetto al target e sul loro potenziale di applicazione nel progetto “Odiare non è uno sport”

Modulo 4
Lavorare con i/le giovani: dalla consapevolezza all’azione di contrasto Focus su Contro-narrazioni e narrazioni alternative
a) Analisi delle testimonianze dal LogBook sulle quali poter costruire contro-narrazioni
b) Spiegazione del Gioco di ruolo – Profili web dal Bookmarks
c) Informazioni, concetti e definizioni di base: narrativa, contro narrativa e narrazioni alternative (slide in allegato).
d) Programmazione e organizzazione di lavori di gruppo per produrre contro-narrazioni, attraverso la riformulazione di titoli o testi di articoli su materiali trovati in rete e/o raccolti dal LogBooks e/o risposte a commenti di odio o a messaggi di (cyber)bulli. Presentazione dei lavori in plenaria e discussione.
e) Le Risorse positive:
f) Riflessione individuale sull’efficacia rispetto al target e sul loro potenziale di applicazione nel progetto

Modulo 5
Valutazione e follow-up del percorso. Trasferibilità e attuazione verso i diversi target di studenti/esse
a) Compilazione dei 2 questionari individuali: uno di gradimento e uno di apprendimento
b) Lavori pratici in piccoli gruppi:
– Compilazione di un’analisi SWOT.
– Compilazione di una possibile scheda di progettazione del percorso formativo da replicare nelle classi. – Riflessione sulla possibile introduzione del modello di Peer Education. c) Presentazione e discussione dei lavori
d) Rilascio attestati di frequenza (Se previsti)

Sede:

COMI – Cooperazione per il mondo in via di sviluppo

Via di San Giovanni in Laterano, 266 – Roma

Cosa rilascia:

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Iscriviti al corso!

Info:

Per maggiori informazioni e per segnalare il proprio interesse scrivere una mail all’indirizzo comunicazione@csenroma.it.

Top