Siete qui
Home > SPORT > Nippon Kempo

Cos’è il Nippon Kempo

Il Nippon Kempo è una delle più moderne arti marziali giapponesi, derivata sia da antiche forme di lotta giapponesi, come il Sumai e il Kempo, che dalle arti moderne come il Karate, il Judo, il Ju Jitsu e l’Aikido.

Nato nel 1932 ad opera del Maestro M. Sawayama, è uno sport da combattimento completo, la cui espressione agonistica prevede l’utilizzo di protezioni tipiche giapponesi chiamate Corazze protettive (Bogu).

Le tecniche che utilizza il Nippon Kempo sono particolarmente efficaci, poiché calci, pugni, proiezioni, lussazioni, leve articolari e combattimento corpo a corpo (sia in piedi che a terra) sono effettuati in modo estremamente reale ed effettivo. Inoltre, grazie alla Corazza tradizionale che protegge le parti vitali più importanti del corpo, permette di esprimere tutta la propria potenza senza creare danni permanenti all’avversario.

Il Nippon Kempo prevede lo studio di:

  • tecniche di percussione portate sia con gli arti inferiori che superiori: pugni, calci, ginocchiate, colpi a mano aperta;
  • tecniche di proiezione mediate dallo judo che vengono eseguite con i guantoni e corazza;
  • tecniche di leve articolari agli arti superiori e tecniche indirizzate alla lotta a terra.

La particolarità del Nippon Kempo è l’adozione di un particolare corredo di protezioni per il capo e per il busto, che consentono ai praticanti di scambiare a contatto pieno, senza soluzione di continuità e in maniera estremamente realistica, salvaguardandone però l’incolumità.

La maschera per il viso e il corpetto per il busto sono parti essenziali della corazza protettiva detta “Bogu”. Il Bogu caratterizza e identifica il Nippon Kempo, rendendolo unico e inconfondibile e differenziandolo da altre arti marziali c.d. miste.

 

Proprio per il suo realismo e per la sua efficacia, il Nippon Kempo è praticato quale sistema di combattimento disarmato dai membri delle “forze di difesa del giappone“.

Il Nippon Kempo può essere praticato da tutti, poichè non richiede particolari doti fisiche e la sua pratica soddisfa sia chi vuole solo tenersi in forma, sia chi ricerca un buon sistema di difesa personale, sia chi è interessato all’attività agonistica.

Anche i bambini e ragazzi possono praticare il Nippon Kempo. Il Nippon Kempo è un ottima attività motoria per i più piccoli in quanto favorisce un armonico sviluppo psico-fisico. Dal punto di vista psicologico, il NIPPON KEMPO produce indubbi benefici: esercita rigore, autocontrollo e attenzione.

Eventi e corsi di formazione

Il Referente del Settore organizza Stage di aggiornamento e corsi di formazione per gli Istruttori sul territorio di Roma e Provincia.

La formazione degli Insegnanti Tecnici prevede le qualifiche di Allenatore, Istruttore e Maestro, rilasciate dopo aver frequentato un corso di formazione teorico-pratico e superato l’esame finale sul programma tecnico di seguito, affrontato con un diverso livello di profondità a seconda della qualifica.

Al superamento degli esami di grado viene rilasciato Diploma di Cintura Nera con il grado Dan acquisito, titolo che può essere inserito sul Budo Pass (libretto tecnico che raccoglie lo storico dell’atleta) e che, in possesso di qualifica tecnica, può essere associato ad essa sul tesserino tecnico.

Al termine dei corsi di formazione e al superamento dell’esame finale è previsto il rilascio del Diploma di qualifica nazionale, del Tesserino Tecnico e la conseguente iscrizione all’Albo dei Tecnici Nazionale.

Allenatore

Per divenire Allenatore bisogna avere il grado minimo di 1° Dan e 21 anni di età, oltre ad aver frequentato il corso di formazione per Allenatore e superato l’esame finale.

Il corso per Allenatore ha una durata di 40 ore, suddivise in 10 week end (2 ore di teoria e 2 ore di pratica 1 week end al mese).

L’Allenatore è l’aiutante dell’Istruttore o del Maestro e non può avere in gestione o essere responsabile di un corso proprio (tranne casi eccezionali deliberati dai Maestri).

Istruttore

La qualifica di Istruttore si può acquisire soltanto se in possesso del secondo Dan, con un’età minima di 25 anni, almeno 1 anno di pratica al fianco del proprio Maestro o Istruttore e dopo aver frequentato il corso di formazione apposito e superato l’esame finale.

Il corso per Istruttore ha la durata di 20 ore, suddivise in 10 week end (1 week end al mese durante il quale vengono trattate tecniche avanzate e Kata).

Al conseguimento della qualifica, l’Istruttore potrà essere responsabile di un corso proprio e gestirlo autonomamente.

Maestro

Per divenire Maestro i requisiti indispensabili sono il compimento dei 35 anni di età, il possesso del grado minimo di 4° Dan e avere, nel tempo, creato almeno 3 Cinture Nere, di cui almeno una divenuta Istruttore.

 

Tutti i corsi e gli eventi del Settore vengono continuamente inseriti e aggiornati alla pagina Eventi oppure alla pagina Prossimi corsi di formazione.

Referenti e contatti

Francesco Cubello

Referente Nippon Kempo Csen Roma

334.6419614

francub@libero.it

Top